Come spiega molto bene Luciana Maci su Economyup 

Il Corporate Venture Capital (CVC) è una forma di investimento di venture capital in cui un’impresa matura investe in un’impresa target (startup o piccole imprese altamente innovative, con alto potenziale di scalabilità), ottenendo una quota di minoranza di capitale sociale (equity) di questa impresa. Attraverso gli investimenti CVC, le aziende puntano a perseguire soprattutto obiettivi strategici di presidio e sviluppo di nuove tecnologie e/o nuovi modelli di business, accedendo a nuove competenze, idee e tecnologie all’esterno del perimetro aziendale.” ( Economyup.com

Il CVC in Italia è in forte crescita. Lo testimoniano i dati dell’Osservatorio del Politecnico di Milano sull’Open Innovation:

“(…) sono 126 i milioni investiti nel 2019 nelle startup innovative. Di questi, sono 72 i milioni provenienti da investitori CVC, 80 i milioni provenienti da investitori Family & Friends. (…) Nello stesso periodo, gli investimenti in PMI innovative (presentati alla pagina successiva) ammontano ad un totale di 216 milioni di euro, di cui 68 milioni investiti in PMI ex startup. Per le PMI innovative, gli investimenti totali provenienti da soci CVC ammontano a 68 milioni, di cui 23 milioni investiti in PMI ex startup.” ( Osservatorio Open Innovation – Politecnico di Milano )

Stanno aumentando anche il numero di operazioni:

“Tra gli anni 2018 e 2020, il numero di startup innovative nel portafoglio dei soci CVC è cresciuto di 938 unità, passando da 2.328 a 3.267 startup (+40,3%). ( Osservatorio Open Innovation – Politecnico di Milano )

Le ragioni della crescita sono molteplici. 

C’è un fenomeno globale che vede dal 2014 al 2019 una forte crescita del Corporate Venture Capital passato da un valore degli investimenti di 17,9 billion $ a oltre 50 billion $ in soli 5 anni solo negli USA. ( dati CB Insight ). 

In Italia inoltre sta crescendo l’attenzione delle imprese verso l’Open Innovation e stanno aumentando anche il numero di startup innovative e stanno soprattutto crescendo i loro fatturati.

“Sono 12.027 le startup innovative identificate nel Registro Imprese ad Ottobre (+14% rispetto a 2019).” (… ) il fatturato generato dalle startup risulta in crescita, attestandosi a quota 1.430 miliardi di euro per per l’ultimo anno di analisi. Il 45,6% di questi ricavi, pari a 651 milioni di euro in base ai dati parziali, è prodotto da Startup innovative nel portafoglio di CVC” ( Osservatorio Open Innovation – Politecnico di Milano )

Un crescente numero di aziende italiane, seppur lentamente, sta finalmente convertendo i principi dell’open innovation appresi in questi ultimi anni in reali processi di esecuzione, andando finalmente oltre le iniziali operazioni di marketing e comunicazione a cui per diverso tempo sono rimaste legate – ha commentato Alberto Onetti, Chairman di Mind the Bridge, durante la presentazione del Report Open Innovation Outlook Italy 2021 di Mind The Bridge

 Ci aspettiamo che questo trend continui a crescere e che possa coinvolgere un numero sempre maggiore di aziende, non solo grandi ma anche di media dimensione. Mind The Bridge )